Biografia PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 06 Dicembre 2010 13:42

Nato nel 1968 nel New Jersey, Neal Casal ha passato la sua infanzia da un angolo all'altro degli Stati Uniti. I suoi genitori divorziarono quando aveva tre anni, quindi il giovane Neal fu costretto a passare  dalla Georgia alla California poi dal Michigan e dalla Florida . A tredici anni, il giorno di Natale, suo padre , musicista vaudeville di origine spagnola, gli regalo' la sua prima chitarra e suo fratello gli donò una copia di Exile on Main Street del Rolling Stones.
A diciassette anni Neal aveva una band formata  da compagni di scuola ma non troppo contento di suonare cover , soprattutto seguire l'esempio degli standard del momento (Bon Jovi, in particolare), convince il gruppo a cercare una via "più personale". Lavorando all'occasionalmente presso uno studio di registrazione Neal scopre la steel guitar (lo strumento gia' lo affascino' su Exile on Main Street) scoprendo cosi' quale suono dare alla sua musica. Ormai, il giovane uomo ha soltanto un'idea in testa: scrivere le sue canzoni e registrarle.

Nel 1990 sono i Blackfoot che ingaggiano per Medicine Man.

 

blackfoot 1990

Nel 1991, il suo lavoro attira l'attenzione di molti editori, ma è Warner Chappell che riesce ad arruolarlo.
Tre anni più tardi, Neal Casal fa uscire il suo primo album, Fade Away Diamond Time, sull'etichetta zoo, una filiale di BMG. Prodotto da Jim Scott (Wilco), il disco arriva proprio nel momento in cui il pubblico americano inizia ad interessarsi nuovamente a sonorita' leggermente più "roots" infatti da li' a poco ci sara' l'arrivo dell'onda "neo-country". Gruppi come Jayhawks o Uncle Tupelo avevano aperto la via, Neal Casal usce al momento giusto per inserirsi nel loro percorso.
"Siamo tutti figli  degli anni 80, ma la musica che ci ha segnati è quella della fine dei 60's e dell'inizio dei 70's" afferma e poi : " Gli Stones ad esempio, mi hanno condotto al country-rock di Gram Parsons, al reggae di Peter Tosh, quindi al blues del Mississippi di Fred McDowell. "
In gran parte salutato dalla critica americana (il Washington post lo designa anche "album dell'anno"), Fade Away Diamond Time sembra predirre un futuro radioso al suo autore. Purtroppo, il sogno si trasforma rapidamente in un incubo quando il gruppo che lo aveva fatto firmare per la Zoo è congedato seguito ad una "ristrutturazione".

 

 


Nel dicembre 1994, mentre è in pieno tour promozionale, Neal apprende che fa parte del gruppo degli artisti scaricati dell'etichetta. Sei anni più tardi, spiegò : "Con il senno di poi, posso dire che è stata forse la migliore cosa che mi sia capitata. Da allora, ho potuto registrare sei album! Ciò significa che ciò sarebbe stato impossibile se fossi restato da loro. Non avrei certamente potuto farne uscire più di tre! "

 

 


All'epoca, tuttavia, Neal Casal accusò il colpo ma decise di superare tutto tuffandosi nel lavoro. Così registra in cinque giorni (per una somma ridicola) il suo secondo album: Rain, Wind & Speed, per l'etichetta indipendente di New York Night and Day. Inevitabilmente più scuro del suo predecessore, Rain, Wind & Speed è registrato in presa diretta, senza che nulla venga modificato in seguito. Ma, se questo minimalismo militante dà innegabilmente una colorazione più grezza all'album, non attenua affatto l'impatto emozionale delle canzoni di Casal. Al contrario, la forma più purificata permette qui di fare emergere ammirevolmente l'eleganza sobria e di razza di alcuni pezzi chiave come "Break Even", "Virginia Dare" o "Best To Believe". Anni dopo, Neal Casal considerera' sempre Rain, Wind & Speed come il disco che gli ha letteralmente salvato la vita: "Era il solo mezzo per dimenticare la zoo e l'annullamento del mio tour... Allo stesso tempo, c'è molta disperazione su quest'album... Un disperazione che non mi somiglia. Ho sempre difficoltà a credere di esserne giunto alla fine." Durante questo tempo, in Germania, il proprietario dell'etichetta Glitterhouse (Fade Away Diamond Time è uno dei suoi dischi preferiti ) non puo' credere che Neal si trovi senza contratto e decide di contattarlo. Risultato: la Glitterhouse fa uscire Rain, Wind & Speed in Europa nella primavera del 1997 e fa venire Casal per quello che sarà il suo primo tour europeo. Su questa scia il cantante accetta di dare alle stampe una raccolta, per la Glitterhouse, di una serie di inediti (principalmente dai demo del suo primo album, ma anche una cover dei Black Sabbath registrato all'età di 14 anni!) battezzata Field Recordings e venduta, fin dall'estate seguente, per corrispondenza.

nc


Al suo ritorno in Stati Uniti, Neal Casal contatta Jim Scott, produttore di Fade Away Diamond Time (anche di Whiskeytown, Foo Fighters e Red Hot Chili Peppers), in previsione della registrazione del suo prossimo disco. Purtroppo, quest'ultimo non è disponibile. "Alla partenza, ho pensato di spostare le sessioni e ritardare l'uscita del disco. Quindi, mi sono detto che dopo tutto sapevo esattamente quale suono io volevo e come ottenerlo." Allora Neal contatta i musicisti che lo avevano già accompagnata sul suo primo album. Con gente come Greg Leisz (Beck, Brian Wilson, Joni Mitchell, Wilco), il tastierista/organista John Ginty (Santana, Lou Reed), il batterista Don Heffington (ex-Lone Justice, anche musicista di sessioni per Jayhawks, Bob Dylan) o il leggendario bassista James Hutchinson (Bonnie Raitt, Taj Mahal, Brian Wilson, CSN), Neal non può sbagliare. Tutti loro sono troppo esperti e si conoscono troppo perfettamente perché le cose possano andare male. Cosi' nasce The Sun Rises Here, registrato e mixato in una settimana (dal 30 giugno al 6 luglio 1996, per essere precisi). "Non avevamo bisogno di discutere sulle canzoni prima di registrarle (...) occorreva assolutamente che tutti provassero del piacere a registrare questo disco. Nel momento in cui diventava un lavoro, smettevamo immediatamente per fare altre cose. I musicisti sono troppo spesso assediati dai produttori. Io, volevo assolutamente lasciarli suonare i pezzi come li sentivano. Alla fine, sono convinto che le buone vibrazioni che hanno circondato queste sedute si sentano sul disco." Il disco combina perfettamente gli ambienti scuri ed acustici di Rain, Wind & Speed e l'atmosfera più raccolta di Fade Away Diamond Time. Forse è l'album più riuscito di Neal Casal. Titoli come le ballate "Today I'm Gonna Bleed" ed "Halfway Through Town", l'hillbilly rock di "Dandelion Wine" o "Real Country Dark" confermano un talento  che non può restare troppo a lungo a nascosto. All'uscita del disco, Neal riprende il viaggio, dando concerti sia con il suo gruppo che in solitaria, in acustico, come a Parigi, dove si esibisce per la prima volta. Al ritorno in patria Neal partecipa, ai cori ed alla chitarra ritmica a Let it Come Down, il primo album solo (prodotto da Jim Scott) di James Iha, chitarrista del Smashing Pumpkins. Nel 1999 fa uscire Basement Dreams, una compilation di inediti registrati on the road o in casa nel corso degli ultimi tre anni.

 

nc

All'epoca, la rivista inglese Mojo designa Neal Casal come "il segreto meglio conservato dell'America". Inizialmente riservato al mercato inglese, questo disco magistrale, mostra tutto il talento di Neal Casal, (inizio 2001) sarà in seguito ristampato dalla Fargo, in Francia e nel resto dell'Europa. Durante l'estate 1999, Casal riunisce nuovamente la sua band di fedeli (Leisz, Heffington, ecc...) per la registrazione di Anytime Tomorrow, il suo quarto album (compilation escluse). Questa volta, Jim Scott è disponibile e trova il suo posto alla console dello studio di registrazione. Preparato in quindici giorni (registrazione e missaggio) a Los Angeles, Anytime Tomorrow conoscera' una genesi molto particolare, la maggior parte dei musicisti soffrono per il caldo che soffoca che regna in città e nello studio. "Non c'era  aria condizionata nello studio ed il calore era terribile non si fermava di sudare e si pensava continuamente a questo calore opprimente. Penso che questo ostacolo sia risultato piuttosto benefico, poiché quello ci ha offerto un avversario inatteso, qualcosa da combattere. Occorreva sempre spingere la voce un po'più lontano, o suonare con più impegno, perché nulla era semplice in queste condizioni...". Alla fine Anytime Tomorrow è un disco incredibile, un altro "must" della discografia di Neal. Tra il rock puro stones di "Willow Jane" , la ballata "Too Much To Ask" (che Neal considera come il suo più bel brano in termini di songwriting) ed l'impressionante "Oceanview", che flirta con la psichedelia. Anytime Tomorrow una sferzata eccezionale, che ravviva meglio che mai la fiamma di un rock di razza ed impeccabilmente effettuato. È con questo disco che inizierà la collaborazione tra Neal e la Fargo, una collaborazione amplificata dopo le ripubblicazioni di Basement Dreams e di Rain, Wind & Speed e The Sun Rises Here.

Sempre nel 1999 condivide con Kenny Roby "Black River Sides", un album estemporaneo che non aggiunge molto alla produzione precedente.

Qualche data insieme anche in Europa per quello che definisce uno dei suoi migliori amici "ha suonato anche al mio matrimonio".


All'epoca di Anytime Tomorrow, Neal Casal cercava di esplorare nuove vie musicali, di cercare qualcosa di più avventuroso il cui punto di partenza potrebbe essere "Oceanview"... Poi, c'e' stato il silenzio... Un silenzio di due anni durante i quali Neal collaborera' con Beachwood Sparks, Lucinda Williams, Badly Drawn Boy e Sheryl Crow.

hazy malaze

 

Nel 2002 esce l'album in coppia con Shannon MacNally "Ran on Pure Lightning", giovane country singer.

Negli anni successivi Neal realizzava 2 album con il side project Hazy Malaze . Il gruppo composto con gli amici Jeff Hill al basso e Dan Fadel alla batteria) fa' uscire Hazy Malaze (2003) e Blackout Love (2004), 2 album veloci freschi e molto easy.

Nel 2004 esce Return in Kind composto solo di cover . Il lavoro, molto scarno, comprende pezzi di  Gene Clark("With Tomorrow"), Johnny Thunders ("It's Not Enough", la piu' suggestiva) e di Michael Hurley ("Portland Water").

jap

 

Lo scarso successo commerciale lo porta, per sua fortuna(!!) ad unirsi nel 2005 con i Cardinals la backing band di Ryan Adams. La prima apparizione dal vivo e' del 18 Settembre 2005 a New York).


Ryan e Neal si conoscevano dai tempi dei Whiskeytown, di cui Neal era grande fan.
A quell'epoca abitavano entrambi a New York e Ryan gli propone di entrare nel gruppo:
"
I’ve known Ryan [Adams] since 1997, and we’d always talked about playing in a band together. After not seeing him for a long time, I ran into him on the street in New York in 2005, and we just knew, at that instant, that the time was right to finally play together.
"

e anche
"
I’ve been a huge Ryan fan from way back in his Whiskeytown days. As for his solo work, Love Is Hell is a big favorite. I also love 29, and Jacksonville City Nights is probably his best record ever

"
Questa occasione porta NC a suonare davanti a platee ben diverse da quelle a cui era stato abituato("Madison Square Garden last year and that was the highlight of my live career"). In occasione del tour europeo del 2006 , Neal apre anche i concerti appoggiandosi anche a John Graboff (slide guitar dei Cardinals) e a Ryan Adams stesso alla batteria(!).
Nel 2006 esce anche No Wish To Reminisce lavoro in cui mette tutto il dolore per la fine del suo matrimonio . Le liriche sono molto profonde e alcuni brani come Freeway To The Canyon o You Don’t See Me Crying dimostrano tutto il suo talento.

Durante la permanenza nei Cardinals ha la fortuna di registrare con Willie Nelson Songbird, dove il gruppo accompagna il monumento country.



Il 2007 e il 2008 Neal lo passa on the road e con Ryan Adams fino all'inizio del 2009 quando Ryan , affetto da un problema all'orecchio, decide di fermarsi(infatti si sposa e solo a metà 2010 tornerà sul palco per beneficenza) e lasciare liberi i membri del gruppo.

Durante la sua permanenza Neal registra Easy Tiger (2007), Follow the Lights (2007) e Cardinology (2008).

A breve uscirà la raccolta di outtakes Cardinals III/IV.

Con i Cardinals accompagnerà anche Gin Wigmore stellina rock neozelandese, suonando nel suo primo milion-seller lavoro e accompagnandola in tour.

Nel 2008 neal dà alle stampe Roots and Wings , un nuovo lavoro che lo vede ottimo cesellatore di suoni, soprattutto i bellissimi brani dove la chitarra e i suoi assoli alzano il livello tecnico a vette finora inesplorate .

Losing End Again,Chasing Her Ghost e Hereby The Sea sono tre perle , Cold Waves una carezza e Superhighway un ottima ballad.

Questo lavoro solista lo riporta a suonare da solo per tutta la California (dove tutt'ora vive) e finalmente in Europa.

In Italia soprattutto per un bel tour che gli fa attraversare tre quarti del nostro paese. Solo con la chitarra e la sua voce.

Ad oggi Neal sta registrando il seguito di R & W e suonando con i mother Hips(band psichedelica della california). Alcuni brani si sono sentiti durante il tour europeo e sicuramente

R&W ha un rivale.


edi

Nel febbraio 2010 è uscito un suo libro fotografico : A View of Other Windows. Risultato degli anni passati in tour con i cardinals.

Le foto di Neal sono state esposte in diverse gallerie d'arte negli USA e in Giappone.


book

Ad inizio 2011 Neal e' assoldato da Chris Robinson(cantante dei Black Crowes) per il suo progetto Chris Robinson Brotherhood.

I concerti ricordano quelli dei Grateful Dead e spaziano dai brani dei Black Crowes a Bob dylan fino ai succitati 'Dead.

Il tour copre tutti gli Stati Uniti.

Neal annuncia l'uscita del nuovo lavoro solista, "Sweet in the distance" uscirà il 2 Novembre 2011.

std

 

All'inizio del 2012 entra in studio con la CRB per registrare il primo album della band.

crb

E' previsto un tour 'solo' in UK per tarda primavera

Ultimo aggiornamento Domenica 15 Gennaio 2012 17:22
 

Sondaggio

Qual è il più bel disco di Neal Casal?
 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information